Articoli
Attenzione: questo articolo è stato scritto oltre 1 anno fa! Alcuni contenuti potrebbero essere obsoleti.
Intervista doppia - Chiacchiere dal GP Goteborg
Articolo del 12-12-2010 a cura di Marchiori Thomas
Marchiori Thomas

Ad agosto ho partecipato al mio primo GP all'estero, per cui ho avuto l'idea di fare una mini intervista ad alcuni arbitri che venivano da oltre oceano per avere una loro opinione sulla nostra comunità e sulla wiki alla quale stavo lavorando. Queste interviste possono essere utili per comprendere come veniamo visti all'estero ed per migliorarci. ^_^
Tutti e 3 sono stati molto socievoli e mi hanno davvero aiutato molto durante le interviste. 
 
Ma vediamo di cosa abbiamo parlato...
 

 

John Alderfer è un arbitro di livello 3 della Pennsylvania che quest'anno ha viaggiato più volte in Europa per imparare il modo di organizzare e condurre i tornei nel Vecchio Continente. L'abbiamo trovato al GP Madrid, al GP Goteborg e al PT Amsterdam. Leggendaria è la sua capacità di gestione della logistica di ogni torneo, dal più piccolo al più grande. E' stato il Team Leader del mio team durante questo GP.

 
  
 
 
 
Adrian Estoup è un arbitro di Buonos Aires quest'anno promosso a L3, esame in cui ha stabilito il record assoluto di punteggio allo scritto (100%). Si dedica da tempo all'incremento della comunità arbitrale sudamericana, iniziando ad esempio un programma per contattare tutti i Rules Advisor del suo continente e aiutarli a prepararsi all'esame da L1.
 Sta lavorando ad un progetto simile alle rules-by-example http://rules.internationalmagicjudges.net/wiki/.
 
 
 
 
 
 
Scott Marshall o zio Scott è arbitro L4 del Colorado e ci accoglie quotidianamente sulla lista internazionale dove è NetRep da diversi anni. Da tempo è anche uno dei principali organizzatori della sua regione e la sua visita europea lo ha portato a dare un volto a tanti nomi che legge tutti i giorni in lista. E' stato anche capo arbitro del GP Goteborg al quale ho partecipato.

  
 
 
 

 
1 - Perchè sei diventato arbitro? Quando e come?
E' una lunga storia: sono diventato arbitro per aiutare il negozio in cui giocavo ad organizzare eventi.
Ho incominciato ad arbitrare tramite i tornei ARENA. I tornei di questo tipo sono di tipo amatoriale, e per diventare un arbitro di questi tornei bisognava passare un test di 10 domande. Dopo un po' di tempo ho scoperto che potevo diventare un arbitro certificato DCI facendo un test con l'arbitro livello 3 locale. Lui faceva sostenere gli esami agli esaminandi quando andava ad arbitrare tornei nei vari negozi.
 
Sono diventato arbitro nel 2002/03. Ho deciso di diventare un arbitro perchè ero molto interessato nell'organizzazione di eventi. Usavo molto del mio tempo per la mia comunità e diventare arbitro fu il miglior modo per aiutare.
 
 
Durante l'epoca del blocco di Urza un organizzatore locale si alzò dalla sua sedia e disse che gli serviva un arbitro per il torneo. Così parlai con lui, pagai per eseguire il test ma sbagliai. Poco dopo, James Lee, il judge manager, venne a visitare la mia città e con lui passai il mio esame.
 


2 – Come si organizzano gli arbitri nel tuo paese? Avete qualche mailing list/forum/website? (o magari usate quelli ufficiali?)
Gli USA hanno appena cominciato un programma di Regional Coordinator. Hanno cominciato a creare mailing list o gruppi facebook, comunque prima di tutto ciò non c'era un gruppo unico. Le regioni venivano definite dagli organizzatori Premier che organizzavano gli eventi più grandi e importanti. Questi individualmente organizzavano le varie comunità degli arbitri (e alle volte creavano pure liste o forum per supportarli), ma non erano cose uniformi a tutti gli arbitri.
 
Penso che il vostro sito sia molto interessante. In Argentina abbiamo una mailing list e un forum privato. Usiamo DCIFamily per fare le application ai tornei.
 
 
 
Negli Stati Uniti abbiamo molti arbitri e organizzatori, e ci sono pure un sacco di siti internet per gli arbitri. Io stesso ho un sito chiamato frontrangemagic.com ma è usato più per organizzare i tornei.
 
 

 
3 – Conosci qualche arbitro italiano? Cosa ne pensi di loro? Hai qualche suggerimento?
Sì, ovviamente conosco Riccardo, Mirko e Cristiana.
La comunità italiana viene vista come un po' inaccessibile, che è davvero un peccato, perchè voi siete molto orgogliosi della vostra comunità (come dovreste essere).
Il mio suggerimento: non mollate il resto di noi, abbiamo delle differenze ma ci sono buone idee da entrambi i lati, che magari discutendo potreste scoprire.

Si conosco molti arbitri italiani: Riccardo, Cristiana, Matteo, Federico, Mirko e molti altri. Penso che una buona comunità crei degli arbitri migliori. Anche se ho spesso lavorato con voi, ho notato che una persona esterna non sempre riesce a poter apprezzare il vostro lavoro.

Si, conosco molti arbitri italiani. Mi piace moltissimo Riccardo, ma Cristiana è sicuramente la più importante di tutti, Matteo ha l'inglese migliore.
Vi suggerisco di conoscere gli arbitri che provengono dall'estero, aiuta moltissimo con l'inglese e si imparano pure nuovi modi di fare le cose, la cosa è reciprova perchè anche noi possiamo imparare da voi.
 

 
4 – Io e alcuni altri arbitri sotto la guida di Matteo Callegari (Kalle, L3 italiano) stiamo lavorando ad un progetto chiamato "Regole per Esempi" sviluppato su una Wiki, dove si possono trovare gli esempi su ogni regola, seguendo le CR. Cosa pensi di questo progetto?
Tutto quello che rende le regole più accessibili è positivo. Ora la sfida è trovare le persone che vogliono dedicare il loro tempo a questo progetto.
 
 
 
Questo progetto è spettacolare, perchè è un modo alternativo di imparare le regole di Magic. Leggere le comprehensive rules è noioso e molto difficile, e alle volte è davvero comodo avere un esempio per comprendere meglio come applicare una regola.
 
Stupendo, vorrei che diventasse uno strumento della comunità globale degli arbitri.
 
 
 

 
Fare un'intervista di questo tipo, anche solo di un paio di domande, è un'esperienza che consiglio davvero a tutti: vi aiuta ad avere un contatto con gli arbitri stranieri e soprattutto vi dà modo di interfacciarvi con loro e di ricevere consigli preziosi.

comments powered by Disqus
Iscriviti al feed RSS