Articoli
Report 2011 - PTQ Manchester - George Gavrilita
Articolo del 1-12-2011
Gavrilita George

Staff:
Kim Warren L2 HJ
 
Stelios Kargotis L2 EJ
Ross Silcock L1 SK
Raymond Fong L2
Peter Stephenson L2
George Gavrilita L1
Abdul Kabir Maulud L1
Daniel Watson L0

Organizzatore Fanboy 3, Manchester (David Salisbury)
159 giocatori, 8 turni si svizzera
Inizio distribuzione prodotto alle 11, la svizzera finisce alle 22.30 e all'1.30 la top 8

Al PTQ più grande della storia del Regno Unito gl'italiani c'erano e si sono fatti sentire. Oltre al vostro fedelissimo infiltrato nello staff, una mezza dozzina di italiani piazza Alessandro Torresan in Top 8 e Marco Cammilluzzi direttamente su un volo per Honolulu!

Lo svolgimento regolare del tutto è stato possibile grazie a una quantità impressionante di c... olpi di fortuna. Con un'affluenza superiore alle aspettative di circa 70 unità, il negoziante ha avuto prodotto sufficiente per tutti solo perché lo aveva comprato in anticipo anche per il prerelease di Dark Ascension. Nello staff poi c'erano due persone in più perché sia HJ che TO hanno contattato separatamente arbitri, e io sono arrivato tempestivamente alla fine del primo turno invece di un'ora più tardi perché gli orari online erano sbagliati e non mi hanno accettato la carta, quindi in stazione ho potuto prendere un treno in partenza pochi minuti più tardi.

Il torneo doveva svolgersi in negozio ma si è reso necessario l'affitto immediato di un'altra sala al quinto piano di un hotel dietro l'angolo. I trasferimenti dei giocatori sotto l'odiosa piogerellina inglese ha causato qualche problema alla logistica, ma mai quanto il WER. Io non ho avuto voce in capitolo, però niente name ranges e niente fixed seating sono state delle complicazioni di cui magari non era il caso di preoccuparci. C'è però uno spunto che possiamo prendere dagli amici d'oltremanica per quanto riguarda i pairings. Invece di utilizzare il nastro adesivo all'inizio del primo turno vengono messe sulle pareti delle palline di plastilina, e durante la giornata basta prendere il foglio appena stampato e appicicarlo alla pallina, risparmiando tempo e risorse.

Sono stato sorpreso anche dal diverso atteggiamento dei giocatori, quasi reverenziale nei nostri confronti. Più volte durante la giornata mi è stato ceduto il passo mentre camminavo tranquillamente in mezzo ai tavoli, e in seguito ho scoperto che il mio classico "potete portare voi la slip alla judge station" ha confuso molti giocatori, abituati a chiamare in qualsiasi contesto un judge per la consegna del risultato. Mi è stato fatto notare che in contesti di 60 giocatori con 4 judge questo comportamento non causa particolari problemi logistici. Questi stessi giocatori hanno pagato ben 30 pound per vedersi anche offrire parte dei premi in credito nel negozio invece che in buste. Il negoziante ha giustificato queste scelte con l'obiettiva carenza di prodotto e con il desiderio di evitare imbrogli con terre base segnate portate da casa, obbligando i giocatori ad acquistare bustine protettive nel costo d'iscrizione.

Alla fine del quarto turno mentre riportavo le slip dell'hotel in negozio vedo Kim acquistare un sostanzioso panino attraverso la vetrina di una paninoteca. Entrando vengo a scoprire che ha appena squalificato per la prima volta nella sua carriera un giocatore, un caso abbastanza classico in cui il mazzo registrato non corrispondeva al mazzo giocato in game 1, già sidato. Molto affranta, mi ha confidato di aver bisogno di nuove energie.

Civilized Scholar
All'inizio del quinto turno, dopo aver rifatto una prima volta i pairings con i giocatori già seduti, un giocatore si avvicina alla judge station mentre stiamo per stampare la seconda versione, dicendo di avere troppi pochi punti. L'errore si è verificato al terzo turno, e dato che il giocatore ha già sfidato un avversario sbagliato il negoziante gli ha chiesto di continuare questo turno con tie-breakers sbagliati, data la situazione contingente di ultra ritardo considerata anche la squalifica appena avvenuta. Una volta compreso che i punti invece sarebbero stati sistemati, il giocatore ancora una volta ha reagito in un modo totalmente diverso da come penso sarebbe successo là dove il sì suona, chiedendo scusa per il disturbo che ha causato (slip corretta, quindi probabile sbaglio dello SK), e dicendo che se ne sarebbe dovuto accorgere prima, ringraziando per la nostra disponibilità (!)

Riunite le due parti del torneo ho ritenuto che i miei colleghi non avessero più bisogno della mia presenza, mentre io avevo davvero bisogno di dormire in un letto dato che non mi capitava da più di 26 ore fra treni navette e aerei (il torneo si è svolto il giorno del mio arrivo per una vacanza studio... a Bristol) Per concludere, voglio condividere un'interessante interazione che ha sorpreso me quanto i giocatori che mi hanno chiamato:

Riccardo mette sul campio di battaglia una pedina che è una copia di un Civilized Scholar grazie a Cackling Counterpart, e durante il prossimo turno attiva l'abilità della pedina. Qual è la combo?

 
Licenza Creative Commons Iscriviti al feed RSS