Articoli
Policy Changes - Luglio 2017
Articolo del 1-8-2017 a cura di Strati Jacopo
Strati Jacopo

 
 
Salve a tutti voi, pinguini competitivi!
quest'oggi voglio proporvi un articolo un po' particolare: il suo scopo sarà quello di scendere nel dettaglio degli ultimi aggiornamenti ai documenti con l'avvento di Era della Distruzione.

Di seguito troverete i testi delle vecchie IPG, messi al confronto con quelli delle nuove per evidenziarne i cambiamenti.
Ciascun cambiamento sarà analizzato nel dettaglio, cercando di spiegare gli (eventuali) cambi funzionali che si porta dietro. Il tutto sarà corredato da esempi.
 
Buona lettura!


IPG 1.2 Applying Penalties

Infractions with the same root cause, or multiple istances of the same infraction that are discovered at the same time are treated as a single infraction.
If an error leads to multiple related infractions, only issue one with the most severe penalty.
 

Un ritorno di fiamma! Questa frase era già apparsa in passato nelle precedenti versioni delle IPG e, per quanto assente fino ad oggi, la filosofia di fondo non è mai stata cambiata.
Può capitare che un giocatore commetta più infrazioni derivanti da un unico errore: in questi casi dovremo tener traccia esclusivamente dell'infrazione che porta con sé la penalità più severa. Questo non vuol dire che non dovremo sistemare le altre infrazioni commesse: semplicemente daremo un'unica penalità.
Questa specifica si è resa necessaria soprattutto adesso che esiste sia Problema di Mazzo che Problema di Lista. Non c'è bisogno di caricare eccessivamente un giocatore di troppe penalità, specialmente se una di queste già interrompe la sua partita o il suo incontro.
Per esempio, se durante un deck check scopriamo che un giocatore ha una lista con 59 carte nel mazzo principale e ha effettivamente presentato 59 carte al suo avversario, adesso sappiamo cosa fare: per quanto le infrazioni commesse siano due, assegneremo solo una Partita Persa per Problema di Lista.

IPG 2.2 "Looking Extra Cards"
 

Cards are considered to be in a library until they touch cards in another set. Once those cards have joined another set, the infraction is handled as a Hidden Card Error or Game Rule Violation.

Cards are considered to be in a library until they touch cards in another hidden set. Once those cards have joined another hidden set, the infraction is handled as a Hidden Card Error or Game Rule Violation.
 

 
Una piccola parola, ma che ci da un'indicazione più precisa su quando una carta che non doveva essere vista rientra ancora in Looking Extra Cards e quando invece no.
Se il mio avversario lancia un Cogliere l'Inconcepibile su di me e io metto nel cimitero una carta in più, possiamo considerare l'infrazione Looking Extra Cards e non GRV (poiché il set in cui è finita la carta extra è pubblico). Quindi possiamo limitarci a rimescolare quella carta nella porzione casuale del mio mazzo.
Se invece la carta che non doveva essere vista entra a far parte di un set nascosto allora non si tratta più di LEC ma di HCE.
Un esempio può essere Salvatore che, dopo aver pescato 3 carte grazie a Ancestral Vision, guarda una carta in più e la aggiunge alla mano. Se l'errore fosse stato notato quando la carta era solo stata vista, allora avremmo potuto trattarlo come LEC ma in questo caso è troppo tardi.

IPG 2.5 "Game Rule Violation"
 
• If a player made an illegal choice (including no choice where required) for a static ability generating a continuous effect still on the battlefield, that player makes a legal choice. A simple backup to clear problems generated by the illegal choice my be considered.
[…]
Otherwise, a backup may be considered or the game state may be left as is.

• If a player made an illegal choice (including no choice where required) for a static ability generating a continuous effect still on the battlefield, that player makes a legal choice.
[…]
For each of these fixes, a simple backup may be performed beforehand if it makes applying the fix smoother.
 


Un cambio funzionale davvero interessante. Adesso è possibile, quando applichiamo uno dei rimedi, effettuare uno small backup immediatamente prima del rimedio adeguato se, così facendo, lo stato di gioca ne risulta migliorato.
 
Per esempio, Anna lancia un Faithless Looting, pesca due carte ma si dimentica di scartarne due. Dopodiché attacca Davide con le sue creature. Davide blocca, i giocatori determinano gli esiti del combattimento e poi passano alla seconda fase principale.
A questo punto Anna lancia un Elfo di LLanowar dalla mano, ma si rende conto solo in quel momento di avere due carte di troppo in mano.
Seguendo il vecchio documento, avevamo solo due alternative: fare scartare ad Anna due carte adesso, con l'Elfo in pila, oppure riavvolgere tutto fino a prima del combattimento e sistemare l'errore appena commesso.
Adesso invece abbiamo modo di riavvolgere l'ultima azione compiuta (il lancio della creatura) e applicare subito dopo il rimedio necessario (scartare due carte). In questo modo possiamo ottenere uno stato di gioco più vicino a come avrebbe dovuto essere, poiché Anna potrebbe dover scartare l'Elfo e non essere in grado conseguentemente di giocarlo nella sua seconda fase principale.
La possibilità di fare backup resta inalterata, ma è sempre bene ricordare che questa opzione dev'essere utilizzata solo quando ogni altro rimedio è inapplicabile.

IPG 3.4 - Decklist Problem.
 

Additional Remedy
[...]
If the deck contains too few cards, add basic lands (but, not Wastes or Snow-Covered Lands) of the player's choice to reach the minimum number and alter the decklist to reflect this. This change may be reverted without penalty if the player is subsequently able to locate identical replacements to legal original cards.
 
Additional Remedy
[...]
If the deck contains too few cards, the player chooses to add any combination of cards named Plains, Island, Swamp, Mountain or Forest to reach the minimum number. Alter the decklist to reflect this. These changes may be reverted without penalty if the player is subsequently able to locate identical replacements to legal original cards.
 

Questo cambiamento è un non-cambiamento. Semplicemente il testo specifica meglio (senza usare parentesi che io, ahimé, amo) come sistemare il mazzo di un giocatore che contiene un numero insufficiente di carte.
È bene ricordarsi che la scelta su quali terre base aggiungere spetta al giocatore stesso, non al judge.
 

Revisione: Giorgio Maldarizzi