Articoli
Carta del Mese - Rules Lawyer
Articolo del 21-12-2017 a cura di La Terra Salvatore
La Terra Salvatore



La promo avrebbe dovuto essere così, tanto nessuno
di noi ha bisogno del reminder text, vero? VERO??

 

La cosa più sbalorditiva di Rules Lawyer è che funziona. È una carta che potrebbe tranquillamente esistere nell'ambito del Magic "vero", anche se produrrebbe risultati bizzarri e controintuitivi. In onore della (estremamente appropriata) versione promo di questa carta, vediamo quanto riusciamo a essere bizzarri e controintuitivi, approfittandone per ripassare cosa sono e quali sono le azioni di stato.

Le azioni di stato stanno al gioco come le fognature stanno alle città: sono maleodoranti e preferiamo che stiano più nascoste possibile, ma svolgono un ruolo indispensabile. Subito prima che un giocatore riceva priorità (o all'inizio di ogni cancellazione), il gioco controlla se c'è della spazzatura da portare fuori, e in questo caso esegue l'azione di stato corrispondente. Se più azioni di stato sono necessarie, vengono eseguite tutte contemporaneamente. Il gioco continua a eseguire questi controlli finché non è rimasto più niente da gestire, e allora finalmente il giocatore riceve priorità.

Le azioni di stato invocate più frequentemente sono quelle che fanno rendere conto alle creature e ai planeswalker di essere morti. Le creature possono morire in molti modi diversi: possono avere su di sé danno superiore alla costituzione, aver ricevuto danno da una fonte con tocco letale, o avere costituzione pari o inferiore a zero. I planeswalker muoiono se non hanno più segnalini fedeltà, ed entrambi possono morire per effetto della regola leggendaria. Rules Lawyer impedisce che tutte queste cose succedano: possiamo quindi controllare creature con danno letale segnato su di esse, ma questa è una cosa a cui siamo abituati, perché indistruttibile produce lo stesso risultato. Possiamo anche controllare una creatura con costituzione zero o negativa. In questo caso, la trattiamo come se fosse una creatura indistruttibile piena di danno: in particolare, se questa creatura ne blocca una con travolgere, il danno letale da assegnare alla bloccante è zero, e tutto il danno può essere assegnato al difensore. Alcuni effetti hanno bisogno di conoscere la costituzione di una creatura, e in questo caso viene usato il valore zero, tranne che per due specifici casi: impostare i punti vita di un giocatore (Tree of Redemption, Tree of Perdition) e impostare forza o costituzione di una creatura a un valore specifico (con un po' di fantasia, Bloodlust). Controllare più permanenti leggendari con lo stesso nome è una cosa che sappiamo fare fin dai tempi di Betrayers of Kamigawa (Mirror Gallery), e un planeswalker senza segnalini fedeltà non è niente di sconvolgente - ovviamente non è possibile attivare nessuna delle sue abilità col segno meno e il danno che gli viene inflitto non ha nessun effetto interessante, a parte far guadagnare punti vita al controllore di una fonte con legame vitale.

La cosa più importante da notare è che Rules Lawyer blocca le azioni di stato per *gli altri* permanenti, quindi può essere eliminato facilmente. Inoltre, gli effetti che dicono di "distruggere" qualcosa non usano le azioni di stato, quindi funzionano anche con Rules Lawyer sul campo di battaglia.

Le azioni di stato servono anche a far lasciare la partita ai giocatori che hanno zero punti vita o meno, dieci segnalini veleno o più, o che hanno cercato di pescare da un grimorio vuoto. Nessuna di queste cose fa perdere la partita al controllore di Rules Lawyer, che in questo funziona come un Platinum Angel. Se Rules Lawyer viene rimosso mentre il suo controllore ha zero punti vita o dieci segnalini veleno, questi perde immediatamente; se invece quel giocatore ha cercato di pescare da un grimorio vuoto, rimane vivo finché non proverà di nuovo a farlo senza la protezione di Rules Lawyer. A differenza di Platinum Angel, Rules Lawyer non ci protegge dagli effetti che dicono che un giocatore perde o vince la partita (Door to Nothingness, Coalition Victory).

Alcune azioni di stato servono a ripulire zone diverse dal campo di battaglia: le pedine che non sono in campo e le copie di magie che non sono sulla pila smettono di esistere. Poiché queste azioni di stato operano su oggetti che *non sono* permanenti (per definizione, i permanenti sono solo gli oggetti sul campo di battaglia), Rules Lawyer non le blocca. Allo stesso modo, Rules Lawyer non interagisce in alcun modo con le carte oversize usate in Planechase e Archenemy, perché non sono permanenti.

Due azioni di stato riguardano i segnalini messi sui permanenti. Una fa sì che i segnalini +1/+1 e -1/-1 si annientino a coppie, l'altra serve solo a gestire Rasputin Dreamweaver, togliendo da esso tutti i segnalini oltre il settimo. Con Rules Lawyer in campo, nessuna di queste cose succede, il che non produce molti effetti visibili, dato che gli effetti dei segnalini continuano a compensarsi e nessuno giocherebbe mai Rasputin Dreamweaver. Alcune combo con persistere e immortale smettono di funzionare, ma solo per il controllore di Rules Lawyer.

La parte più interessante di Rules Lawyer è che la sua abilità impedisce agli oggetti assegnati illegalmente di staccarsi (nel caso degli Equipaggiamenti) o essere messi nel cimitero (nel caso delle Aure). Permette anche ad Aure non assegnate di rimanere sul campo di battaglia e a permanenti che non sono né Aure né Equipaggiamenti, o che sono anche delle creature, di restare assegnati. Rules Lawyer menziona anche delle creature "combinate illegalmente", ma non esiste nessuna restrizione che stacca le creature con augment. Possiamo facilmente estrapolare e dire che se una carta con augment si trova sul campo di battaglia senza essere assegnata a niente (per esempio perché viene rianimata o lanciata con cascata), ci resta e funziona come una creatura, eccetto che la sua abilità innescata non ha nessun effetto e forza e costituzione sono pari ai bonus stampati sulla carta.

La parte sugli Equipaggiamenti e le Aure che restano attaccati ai permanenti illegali è semplice: quell'oggetto non dovrebbe essere là, ma invece c'è. Tutto funziona regolarmente. Le Aure che restano sul campo di battaglia sono bizzarre ma inoffensive, tutto sommato. Potremmo riuscire a ottenere risultati interessanti cercando di far stare una creatura assegnata a un'altra. Possiamo dare protezione con Apostle's Blessing senza fare staccare niente. Possiamo animare Ensouled Scimitar per attaccarci e allo stesso tempo usare il +1/+5 che dà alla creatura che equipaggia. Possiamo usare March of the Machines per fare lo stesso con tutti i nostri Equipaggiamenti. Possiamo attivare un Licide, usare l'azione speciale che fa terminare l'effetto e continuare a usare il bonus che dà alla creatura a cui è assegnato.

OK, so come trattare con voi giovani:

 


Revisione: Giorgio Maldarizzi