Articoli
Magic Judge ISO 9000
Articolo del 11-4-2018 a cura di Strati Jacopo
Strati Jacopo


Qualità.

Una parola che viene usata in una miriade di contesti diversi (avete colto il riferimento nel titolo?) ma che, comunque, presenta un significato comune ad ognuno di essi.
In qualsiasi attività, per Qualità, s'intende "una misura delle caratteristiche o delle proprietà di una entità (una persona, un prodotto, un processo, un progetto) in confronto a quanto ci si attende da tale entità, per un determinato impiego."

Nel contesto arbitrale, la Qualità è da intendersi come la capacità del singolo Judge (o della community) di adempiere in modo corretto e soddisfacente ai propri compiti e alle aspettative dell'utenza finale (TO, giocatori e altri arbitri).

Ma quali sono questi compiti, e quali sono queste aspettative?
Lo spettro è decisamente ampio, di conseguenza è meglio limitarci a parlare di ciò di cui la sfera di cui sono responsabile ha come obiettivo: la qualità degli L2.


I compiti di un L2

Lo spettro dei compiti di un L2 spazia dalla gestione di eventi competitivi come i pPTQ in qualità di Capo Arbitro, alla partecipazione ad eventi di rilievo come i GP (anche in qualità di Team Leader), all'aiuto e supporto dei candidati L1 e L2 e della comunità arbitrale in generale.
Schematizzando quelle che sono le qualità richieste a un buon L2, otteniamo:
  • Conoscenza di CR/IPG/MTR/JAR;
  • Conoscenza delle Operazioni di Torneo;
  • Volontà di Mentoring;
  • Diplomazia;
  • Investigation di base;
  • Coinvolgimento nella community arbitrale.

Queste sei macro-aree rappresentano il bagaglio tecnico-attitudinale che un buon L2 deve avere per svolgere egregiamente il suo lavoro.
Non per nulla, questi sono esattamente gli argomenti che vengono toccati durante l'esame per accedere a questo livello.
Adesso vedremo nel dettaglio cosa la Sfera di cui sono responsabile sta cercando di fare per aiutare ogni membro della comunità ad affinare il suo potenziale.

Nota importante: la Sfera ha come scopo quello di fornire quanti più strumenti possibili agli L2 italiani affinché questi possano migliorare le proprie capacità anche al di fuori delle attività arbitrali consuete. Resta del singolo individuo la volontà di approfittare di questi strumenti e di usarli in modo costruttivo, anche fornendo feedback e suggerimenti volti al miglioramento degli stessi.
Siamo una comunità e, sicuramente, il modo migliore per migliorare è avere la volontà di farlo, oltre che aiutarci a vicenda ogni volta possibile.


Conoscenza dei documenti

Questo in assoluto è uno dei parametri più semplici da misurare e allenare.
Conoscere regole e policy è considerata essere una "hard skill", ovvero una delle capacità il cui livello è misurabile attraverso dei parametri oggettivi.
Ormai da qualche mese, la Sfera Qualità propone mensilmente il "Quizzone".
Renato Spinelli e Andrea Sciarrotta curano questa rubrica: dopo un periodo di rodaggio iniziale il team ha affinato le domande proposte, scegliendo di volta in volta tematiche mirate su argomenti specifici e cercando di racchiudere il tutto in un formato fruibile anche da cellulare. 5 domande al mese per tenersi in allenamento su CR e Policy.

Sempre parlando di Policy, il buon Mauro Cacchioni segue la rubrica Knowledge Pool.
Ogni settimana lui e il suo team, composto da Alberto Nesca e Francesco Falcone, propongono sulla pagina Facebook IMJ la traduzione degli scenari di questa rubrica internazionale.
Entrambi questi progetti hanno lo scopo di tenere in allenamento e aggiornati gli arbitri sulla conoscenza dei documenti, stimolando e incentivando il dialogo e la discussione sui casi più particolari (specialmente con le Knowledge Pool).

Infine, Danilo Raineri segue l'aggiornamento di quello che io chiamo il "L2 Candidate Textbook". Qualche tempo fa, Donato Del Giudice seguì lo sviluppo di una massiccia raccolta di articoli volti allo scopo di preparare un candidato L1 a diventare L2. La quantità di materiale prodotto era ottima e di qualità e utile anche per gli L2 che volevano ripassare documenti e procedure senza dover per forza spulciare mille testi diversi.
Una raccolta davvero ben fatta che non meritava di cadere nel dimenticatoio solo perché ormai obsoleta.
Come dicevo, quindi, Danilo si è preso la briga di organizzare il lavoro di aggiornamento, gestendo un numero davvero consistente di arbitri (che potete trovare qui).
Il progetto è ad un ottimo punto: l'aggiornamento si è concluso ed è in corso la revisione del corpus scritto. Una volta conclusa questa fase, il Candidate Textbook per L2 verrà finalmente messo online, a disposizione di tutta la comunità italiana.


Operazioni di Torneo/Volontà di Mentoring

I tornei sono molti, ma spesso non sono abbastanza per garantire a tutti lo stesso numero di opportunità e, di conseguenza, la stessa possibilità di crescita.
Per cercare una soluzione interna alla comunità, Luca Chiassoni ha iniziato ad organizzare durante le Conference (col sostegno mio e di Anna Cotti) delle vere e proprie simulazioni di torneo: da un lato abbiamo arbitri che giocano e dall'altro arbitri che gestiscono l'evento, seguiti da Judge esperti, con lo scopo di affinare le proprie capacità in torneo e di avere un metro di confronto immediato tramite feedback.
Questa iniziativa inoltre è ottima anche per aiutare gli L2 ad affinare le proprie capacità di Mentoring: sia che giochino o che seguano come “shadow” gli arbitri di questo torneo, i L2 che partecipano all’evento avranno l’occasione di interagire molto con i propri colleghi, imparando a trasmettere le proprie conoscenze agli altri Judge in modo efficace e, eventualmente, a scrivere review con maggior criterio.


Investigation

Conoscere le basi su come condurre un'Investigation si è reso necessario da quando gli L2 possono essere i capi arbitro di eventi di rilievo.
Questa abilità è decisamente difficile da migliorare, poiché la pratica sul campo non è sostituibile dal mero studio di articoli sull'argomento.
È per questo che, con la Sfera Conference, abbiamo deciso di implementare un seminario sull'argomento praticamente in ogni conferenza, dando la priorità a veri e propri laboratori in cui i Judge più esperti presentano situazioni al pubblico che, diviso in gruppi, deve indagare sull'accaduto e prendere una decisione.
Questo genere di seminari sono sempre quelli che riscuotono maggior successo, indice del fatto che l'argomento è davvero sentito e che non se ne parla mai abbastanza.
La stessa simulazione di torneo che viene fatta durante le Conference può assolvere allo stesso scopo: spesso fra gli arbitri-giocatori vi sono attori pronti a creare situazioni su cui valga la pena investigare. E questo è un ottimo momento formativo sia per gli arbitri dell'evento sia per i loro mentori.


Diplomazia

Questa qualità è, a parer mio, la più difficile in assoluto da migliorare attraverso l'esercizio, poiché quale che sia lo scenario o l'articolo che venga proposto, l'attitudine personale gioca un ruolo determinante nella gestione delle problematiche relative all'uso della Diplomazia.
Al momento non esistono ancora attività adeguate allo scopo, ma questo non vuol dire che non possa essere fatto nulla a riguardo, anzi!
Se avete delle idee o dei feedback, questo è il vostro momento.
Contattatemi tramite i soliti canali (email, facebook, Discord, judgeapps…) e fatemi sapere le vostre proposte. Cercheremo insieme di trovare un modo efficiente di metterle in pratica.


Cosa ci aspetta per il futuro?

In collaborazione con Andrea Sciarrotta, è in programma la creazione di un canale podcast su Discord con lo scopo di riunire, magari una volta al mese, un gruppo di arbitri desiderosi di affrontare e approfondire un determinato argomento.
Il primo di questi podcast avverrà nella settimana del GP Bologna e la partecipazione come staff in un GP sarà proprio l'argomento principe del podcast!
Se la cosa andrà in porto con successo allora la serializzazione dell'iniziativa diventerà concreta e potremo parlare insieme di mese in mese di ciò che ci preme di più (regole, policy, operazioni di torneo e via dicendo).
Allo stesso modo, se avete idee in proposito (o voler fare parte del progetto o di altri progetti) fatemi sentire la vostra voce! Sarò ben lieto di parlare con tutti voi e trovare insieme una strada comune per il miglioramento di tutta la comunità degli L2 italiana.

Revisione: Giorgio Maldarizzi, L2