Articoli
Danni in Pila - Ajani’s Pridemate
Articolo del 10-5-2019 a cura di Scialpi Francesco
Scialpi Francesco

 

 

Ajani’s Pridemate è stato rewordato in occasione dell’uscita di Ravnica Allegiance, ed è stato stampato con il testo aggiornato in uno dei planeswalker deck di War of the Spark.

 

Vecchio testo:

Whenever you gain life, you may put a +1/+1 counter an Ajani’s Pridemate.

 

Nuovo testo:

Whenever you gain life, put a +1/+1 counter an Ajani’s Pridemate.

 

Potremmo chiederci, tra “you may put” e “put”, c’è tutta questa differenza?

Effettivamente non cambia molto, ma in alcuni scenari la presenza o l’assenza di “you may” potrebbe pesare. Vediamo insieme di che si tratta.

 

Antonio controlla Ajani’s Pridemate e Ill-Gotten Inheritance. Dato che Nicoletta controlla Meekstone, Antonio ci chiede se quando guadagna punti vita può evitare di mettere il segnalino +1/+1 su Ajani’s Pridemate, così la sua creatura continuerà a stappare.

 

Cosa rispondete, col testo vecchio (“you may”)?

 

Sì, senz’altro.

L'abilità innescata va comunque in pila, ma in risoluzione Antonio decide di non mettere il segnalino. Liscio come l’olio.

 

Cosa rispondete, col testo nuovo (“put”)?

 

Assolutamente no, Antonio è obbligato a mettere il segnalino +1/+1.

 

Siamo liberi di ignorare le abilità innescate del nostro avversario. Possiamo averlo fatto volontariamente o involontariamente, l’abilità può essere beneficial o detrimental: non abbiamo mai commesso un’infrazione, e non prenderemo mai una penalità.

 

Viceversa, siamo sempre responsabili delle nostre innescate:

- se perdiamo involontariamente una nostra abilità beneficial, l’arbitro non interviene

- se perdiamo involontariamente una nostra abilità detrimental, l’arbitro interviene, a Competitive prendiamo warning

- se perdiamo volontariamente una nostra abilità, beneficial o detrimental che sia, stiamo barando!

 

Vediamo ora un altro scenario:

Antonio controlla Ajani’s Pridemate e Ill-Gotten Inheritance. Antonio entra nel proprio mantenimento, risolve correttamente la innescata di Ill-Gotten Inheritance, pesca di turno, e realizza di non aver messo il segnalino +1/+1.

Antonio chiama l’arbitro.

 

Che succede a Regular, col testo vecchio (“you may”)?

 

Antonio ha perso l’opportunità di mettere il segnalino - si assume che egli abbia risolto correttamente l’abilità, e abbia scelto di non mettere il segnalino.

 

Che succede a Regular, col testo nuovo (“put”)?

 

L’arbitro decide se mandare in pila o meno l’abilità.

Dovrebbe decidere per il “no” solo se sono state prese molte decisioni e/o decisioni importanti tra il momento in cui è stato commesso l’errore e quello in cui l’errore è stato rilevato.

Nello scenario proposto, l’abilità può tranquillamente andare in pila.

 

Si noti che, diversamente dal Competitive, l’avversario non è coinvolto nella decisione.

Si noti anche che, se l’abilità va in pila, Antonio è ancora in tempo a comportarsi da gentleman e a decidere di non mettere il segnalino +1/+1.

 

Che succede a Competitive, col testo vecchio (“you may”)?

 

L’avversario decide se mandare in pila l’abilità oppure no. Nessuna penalità.

 

 

Che succede a Competitive, col testo nuovo (“put”)?

 

L’avversario decide se mandare in pila l’abilità oppure no. Nessuna penalità.

A Competitive, assumendo no cheating, non c’è differenza tra “you may put” e “put”.